Misura di portata con tubo venturi

Scopo delle presenti informazioni sono i fondamentali sui quali si e' basata la cosidetta "strumentazione", cioe' il complesso degli elementi "materiali" utilizzati per la regolazione automatica e dei principi fondamentali di scelta fra tali elementi per il controllo degli Impianti tipo Chimici, Petrolchimici, Raffinerie ecc...

Oggi la strumentazione e' molto evoluta e sofisticata, per seguire e conoscere le nuove tecnologie sulle misure, Vi consigliamo di accedere ai siti dei fornitori di STRUMENTAZIONE.


 

Normalmente il tubo Venturi viene impiegato dove si debbono misurare portate di fluidi con notevoli quantità di parti in sospensione, oppure dove sono richieste basse perdite di pressione differenziale.

Il principio di misura è legato alla relazione Q = K * SQR(dP), per cui la portata Q di un fluido in tubazione è proporzionale alla radice quadrata della differenza di pressione esistente tra monte e valle di una strozzatura inserita nella tubazione stessa. In pratica la strozzatura (tubo Venturi) è realizzata come in figura 2; le prese di pressione P1 e P2 sono applicate in corrispondenza del massimo e del minimo diametro.

Collegando un manometro differenziale come in figura, si risale al valore di Q tramite la lettura dell'altezza manometrica H. Infatti risulta :
dP = H( Ym - YL)
Ym = peso specifico liquido manometrico
YL = peso specifico del liquido della tubazione
sostituendo nella relazione fondamentale, si ha :
Q = K * SQR( dP ) = K * SQR( H * ( Ym - YL)) =
K * SQR ( H ) * SQR ( Ym - YL) = K " * SQR( H )
ove K" = K * SQR ( Ym - YL )
che esprime ancora una relazione quadratica.